gen 172014
 

Il decreto varato dal Consiglio dei Ministri risolve solo in parte le questioni che hanno avuto grande risonanza nelle cronache dei giorni scorsi. Sugli scatti di anzianità non ci sarà alcuna restituzione di somme già percepite, né arretramento di posizioni economiche acquisite: viene accolta, dunque, una richiesta che abbiamo posto da subito con forza, di fronte all’ipotesi di interventi così gravemente penalizzanti per i lavoratori della scuola. continua a leggere